NEWS

Pubblicazioni ed eventi del nostro gruppo di ricerca o concernenti Jean-Paul Sartre

Nel 2019, l’Ambasciata di Francia in Italia riafferma la sua politica di sostegno alla ricerca con il bando Cassini che permette da un lato ai dottorandi, dall’altro agli studiosi afferenti alle università italiane di creare o sviluppare rapporti scientifici con università e centri di ricerca francesi.

BOLLETTINI DEL GRUPPO SARTRE

Il bollettino del Gruppo Ricerca Sartre dal 2007 al 2017 è stato pubblicato in fascicoli da Biblink. Nel 2018 si è trasformato in pubblicazione e-book edita da RomaTrE-Press e la consultazione è diventata gratuita.

IL NUOVO BOLLETTINO

IL FASCINO DELL'INERTE - Anno XII, 2018

*CONSULTAZIONE GRATUITA

COMITATO DI REDAZIONE

Direttore Scientifico: Vincent de Coorebyter
Direttore responsabile:Gabriella Farina
Vicedirettore responsabile: Federica Giardini
Comitato scientifico: Luciano De Fiore, Alfredo Ferrarin, Federico Leoni, Massimo Marraffa, Miguel Mellino, Massimo Recalcati, Rocco Ronchi, Michel Sicard
Comitato di Redazione: Davide Casalino, Federica Castelli, Marco Dozzi, Alice Manzoni, Chiara Pasquini
Coordinamento editoriale: Gruppo di Lavoro RomaTrE-Press

Jean-Paul Sartre

Jean-Paul-Charles-Aymard Sartre (Parigi, 21 giugno 1905 – Parigi, 15 aprile 1980) è stato un filosofo, scrittore, drammaturgo e critico letterario francese, considerato uno dei più importanti rappresentanti dell’esistenzialismo, che in lui prende la forma di un umanesimo ateo in cui ogni individuo è radicalmente libero e responsabile delle sue scelte, ma in una prospettiva soggettivista e relativista. Nel 1964 fu insignito del Premio Nobel per la letteratura, che però rifiutò, motivando il rifiuto col fatto che solo a posteriori, dopo la morte, fosse possibile esprimere un giudizio sull’effettivo valore di un letterato. Divise con Simone de Beauvoir la propria vita sentimentale e professionale, pur avendo entrambi altre relazioni contemporanee. Ebbe inoltre rapporti di collaborazione culturale con numerosi intellettuali contemporanei, come Albert Camus e Bertrand Russell. Fu autore di romanzi e di importanti saggi. Morì nel 1980 quando ormai era diventato icona della gioventù ribelle e anticonformista del dopoguerra.