Anno IX, 2013

L’INCONSCIO PRIMA E DOPO FREUD

La sezione tematica di questo “Bollettino” pubblica le relazioni presentate in occasione del Seminario L’inconscio prima e dopo Freud, nell’aprile 2013 presso l’Università degli Studi Roma Tre.
Il protagonista è l’inconscio, che costituisce una sintesi geniale e innovativa di fonti e tradizioni di ricerca sia antecedenti, sia successivi all’approccio tutt’altro che dogmatico del suo artefice Sigmund Freud.
Sono analizzati gli elementi simbolici, culturali, archetipici che coesistono nell’inconscio freudiano e nelle successive elaborazioni contemporanee: dal mondo percorso da pulsioni primitive e ancestrali dell’originaria cultura greca, alle sue radici nel romanticismo, nella metafisica kantiana e nel positivismo fino agli esiti più moderni riscontrabili nella fenomenologia di Husserl, in Sartre e in Lacan.
Oltre agli Atti del Seminario, questo numero del “Bollettino” pubblica un inedito in italiano di Albert Camus; si tratta della sua recensione alla Nausea di Jean-Paul Sartre, apparsa nel 1938 su “Alger républicain” e che vuole anche essere un segno della nostra partecipazione ai festeggiamenti per il centenario della sua nascita.

ACQUISTA IL BOLLETTINO

INDICE

Presentazione

Indagini tematiche

Yamina Oudai Celso
Il cavallo e l’auriga: archeologia e metánoia dell’inconscio freudiano

Elisabetta Mainenti
L’inconscio nella psicologia del profondo, ovvero nella metapsicologia freudiana

Vesa Talvitie, Juhani Ihanus, Timo Kaitaro
Sigmund Freud and ways of talking about the unobservable

Federico Leoni
I due volti della ripetizione husserliana

Gabriella Farina
Coscienza e conoscenza: Sartre lettore di Freud

Roberto Finelli
Materialismo ‘contra’ spiritualismo: Sigmund Freud e Jacques Lacan

Alex Pagliardini
Il taglio di Lacan

Rocco Ronchi
Verso l’immanenza assoluta. Genealogia dell’inconscio anti-edipico

Massimo Marraffa
Integrare la psicologia dinamica nelle scienze cognitive: la teoria dei sistemi motivazionali

Dialoghi

Ludovica Malknecht
La musica nell’esperienza umana. Un ricordo di Elio Matassi

Cristina Ficorilli
Omaggio a Pierre Verstraeten

Andrea Trabaccone
La rivolta del corpo: Camus e Sartre

Albert Camus
«La Nausea» di J.-P. Sartre